sabato 1 marzo 2014

New Amori - puntata 16

NEW 

Jessie Mix - by dreamer

Dopo poche battute Jessie si arrese e tornò al proprio posto a fumare immersa nei propri pensieri. Barbara era tornata e non aveva aperto bocca, un muso fino a terra. Si era pure raccomandata con Lola che voleva fare una bella figura, e lei invita Jessie? Si sa che con lei succede sempre qualcosa...
Erano rientrati anche Tessa e Simone, e potete immaginare la faccia di Jessie in quel momento: lui la teneva sotto braccio!
Simone, conteso tra Jessie e Tessa

Ci mise poco a reagire: “Ah! Bell'amica sei! Conosco uno carino e me lo rubi subito, ma brava, complimenti!” Si alzò in piedi per applaudirla platealmente. Il vino l'aveva disconnessa da un pezzo, e non si sarebbe fermata.
Simone per tutta risposta non tolse il braccio, non le piacevano le ragazze tanto prepotenti. Pensò “Sarai anche bella, ma non mi tratti come un burattino”.
No, scusa ditemelo se è uno scherzo! Che è già durato troppo!” gridava Jessie, senza più un briciolo di autocontrollo.
Nell'altro angolo: “Senti Barbara, ma ci hai invitate per assistere a questo? Allora terminavo le relazioni...”
No, Carla, l'idea era un'altra!” rispondeva lei, guardando sconsolata lo spettacolo.

Non andava affatto bene. Lola si era imbarcata in un'impresa titanica. E sentiva di non riuscire a farcela. Sei donne fuori controllo, e lei doveva domarle. Che già il padrone del ristorante era entrato due volte nella saletta per pregare di fare meno confusione... che figuraccia.

Forse c'era solo un modo per compattare il gruppo. Per fare dimenticare ad ognuna le proprie rogne e le questioni interpersonali.
Tirò fuori dalla borsa il diario.
Lo sapete che ho conosciuto un bel ragazzetto giovane giovane?” disse, con tutto l'entusiasmo (finto, fa niente) che riuscì a trovare.
Si girarono tutte: era un argomento interessante.
Bambi e Lola - Mii by dreamer

Cosa? Davvero?” esclamò Barbara.
Giovane quanto?” si aggregò la sua collega Carla. “So che non si chiede, ma tu quanti anni hai? Per fare un conto...”
Ne ho trenta.” rispose sorridendo Lola. Forse questa storia poteva ingranare.

Diglielo, diglielo, come l'hai conosciuto!” sbiascicava quasi del tutto brilla Jessie. Poi incrociò le braccia sul tavolo e si mise a dormire, serena.
Bella come una bambola” pensava Simone guardandola. “Perché non sta sempre così tranquilla?”

Tessa lo distrasse dalla contemplazione: “Tieni, il mio numero di telefono e la mia mail, così poi ci sentiamo”. Lui le sorrise sbrigativo. Uno sguardo ancora alla bella Jessie prima di andare via: “Devo sparecchiare i tavoli. Se sei ancora d'accordo, ti aspetto a mezzanotte qui fuori”. Un bacino sulla guancia.

Se Jessie avesse visto! L'abbiocco era stato provvidenziale.
Intanto le altre sparavano cifre:”25?” “No, io penso 20” “Seee! E' troppo piccolo uno di vent'anni!”
Ebbene sì, ha diciott'anni. Già, soltanto 18.”
il mio Bambi - foto by dreamer
della Trudi (quello con due sole zampe, poveretto)

Dopo un attimo di silenzio, Carla: “Che colpaccio! E perché non l'hai portato?”
Perché è già finita, era una storia a tempo... Anzi non era niente” rispose Lola. “Ma un niente bellissimo”.

    
Le mie partite di Ruzzle

Le sembrava di aver già detto tutto. Che altro doveva aggiungere? Queste storie vanno così. Lei non era mai stata lasciata, non aveva mai vissuto un amore estivo, non conosceva il dolore del distacco. Ed era stata dura, non si aspettava che facesse tanto male. In fondo non era niente...

Beh, non racconti? Adesso vogliamo sapere tutto!”
Quello cos'è, il tuo diario?” “Vedere, vedere!”
Istintivamente lo strinse al petto, non voleva che lo guardassero, troppo privato. Ma così sembrava tanto una bambina che non vuole condividere i propri giocattoli. Non che dovesse letteralmente condividere Bambi (ma era stato così, dal momento che lui aveva la morosa), però tutta quella storia doveva perdere il potere, quindi sì, era il caso di raccontarla e di offrire quelle emozioni alle amiche.
     
il mio Bambi - foto by dreamer                                                              messaggio - i fake by dreamer

Ok, adesso vi spiego...” prese coraggio e iniziò a svelare i primi particolari. Un accenno a come si erano incontrati, della chat, poi quasi non le andava più di parlare. Si fermò, tanto potevano farsi un'idea sfogliando il diario e leggendo le conversazioni che lei aveva riportato.

Per esempio i loro dialoghi melensi! Perché Bambi, dopo un inizio graffiante, aveva saputo essere anche dolce e seducente...


messaggi di Bambi a Lola - i fake di dreamer


Non era ormai altro che un ricordo. Intanto controllò il telefono: “Visualizzi non risp mo bast”. Era un tipo che non la voleva capire che a lei non gliene fregava niente. Ironica la vita: lei che correva dietro a uno che non la voleva, poi uno correva dietro a lei... Affinché capisse subito come stavano le cose, come ci si sente quando quella cosa non scatta.

Si arrabbiava così tanto, ed era così insistente nei messaggi. Quasi lodevole la sua perseveranza se non fosse che sconfinava nella persecuzione. Voleva una foto particolare, senza veli:


E insisteva col dire che Lola non lo capiva. Che c'era da capire? Un porcone come tutti gli altri. Incomprensione su tutta la linea:

E non è colpa di nessuno, né se scatta né se non lo fa. L'amore si diverte a farci correre, sperare, sognare, il più delle volte a vuoto. 
Perché quel tipo poteva essere pure carino ma non le piaceva. La stessa cosa che gli aveva detto Bambi, quando aveva chiesto se era troppo vecchia o troppo brutta: “No, vai bene”. Certo, non le mancava niente, come non mancava a questo qua del messaggio, ma se non scatta non scatta.
Eloisa e Barbara - Mii by dreamer

Ehi, torna tra noi! Che ne hai già un altro?” le gridava Barbara, dall'altra parte del tavolo.
Eloisa stava stranamente zitta. Sembrava quasi che lei e Barbara potessero stare nella stessa stanza senza uccidersi a vicenda.

Un altro bip, era ancora lui: “Stiamo facendo un discorso e tu te ne vai, non ti approfittare del bene che ti voglio”. Ecco, una Lola al maschile, terribilmente cotto! Ma anche stressante, e soffocante, e prepotente, e mai una volta dolce... 


Guardate ragazze! Questo qui si comporta più o meno come facevo io con Bambi” e passò giù il telefono.
Eloisa lo stava leggendo: “Ehi, un altro messaggio! Cosa rispondo?”
No, dai, lascia stare...”disse Lola. Inascoltata.
Sì, gli scriviamo qualcosa di forte?” proponeva Carla.

Ormai la situazione era fuori controllo. Di nuovo. Due donne fanno un mercato, ma sei...

Mela dai la sodisfazzione di vedere il tuo corpo” lesse Carla ad alta voce.
E mentre digitava scandiva: “Sì, certo amore, sono tutta tua!”
Su, non fate le stupide!” pregava Lola.
E che sarà mai? Poi lo blocchi, che te frega!” le diceva Eloisa.
Gemma, zitta zitta, se la rideva e sbirciava morbosa lo schermo.

     
Le mie partite di Ruzzle

Mela mandi na foto che ti costa” lesse Eloisa. “E mandiamogli sta foto, su!”
Cosa hai in mente?” chiese Barbara, felice di avere un'occasione per creare dell'intesa con le ragazze. Peccato che fosse a spese di Lola.
Uh, gli piacerà...” annunciò Eloisa. “Tutte qui davanti e al mio 3, su la maglietta!”
Lola e Tessa non si mossero dal loro posto, invece le altre tre, Barbara, Carla e Gemma, si prestarono volentieri allo scherzo. Clic e invio. Il ragazzo della chat si ritrovò una bella sorpresa...
E la miseria, dice” rideva Carla. “Non sa scrivere qualcosa di meglio? Ci siamo impegnate tanto!”

      
Le mie partite di Ruzzle

E poi tirarono fuori i rispettivi telefoni e tablet, per mostrare i marpioni più recenti non ancora cancellati. Si divertivano. Anche Tessa si avvicinò e persino Jessie si svegliò per dare il proprio contributo.
Ah ah, che morti di fi.a!” Beh, si diceva così, di questi corteggiatori senza speranze...


fine sedicesima puntata
Jessie Mix - by dreamer

  <  Puntata 15 - Puntata 17  >

Nessun commento: